Ricetta: Shorba Libya

 


Questo è stato uno dei primi piatti tradizionali che ho scoperto a Tripoli; la prima volta che lo vidi portare in tavola mi lasciò insospettita e perplessa per via di quel tocco finale che mi sembrava così contrastante e poco adatto a una zuppa calda... In seguito mi capitò spesso di ordinare la Shorba Libi in uno dei tanti ristoranti tripolini che visitavamo nelle nostre scorribande culinarie di tarda serata; mai però mi ero cimentata nella sua preparazione, data la possibilità di trovarla ben cucinata da mani più esperte, fino a quando, tornata in Italia non ne ho sentito la mancanza.
Dopo ricerche e sperimentazioni, il risultato di questa Shorba non mi dispiace....
È stato più difficile - invece - scoprire il mistero degli aromi che rendono questa zuppa unica, volevo che fossero corretti per dare un sapore il più possibile identico al piatto originale. Fortunatamente li ho recuperati: qui trovate la ricetta dell' Hararat, una miscela di diverse spezie scaldate, indispensabile per creare una Shorba aromatica, così possiamo farla a casa, sempre che qualcuno non riesca a recuperarla per altre vie... quelle del Mediterraneo.


SHORBA LIBYA
Ingredienti Shorba libica per 3 persone:
  • 1 etto abbondante di carne di agnello tagliata in pezzi piccoli;
  • 5 cucchiai di olio EVO;
  • 1 cipolla piccola;
  • 1 pomodoro piccolo;
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro;
  • 1 cucchiaino di Hararat;
  • 2 manciate di ceci secchi o una tazza da té di ceci cotti o in scatola;
  • 1 litro abbondante di acqua calda;
  • 70 g circa di pastina per minestra “semette” o “risoni” o “biavetta”;
  • menta secca;
  • prezzemolo fresco;
  • cumino;
  • limone;
  • sale q.b.
Preparazione
  1. Mettere i ceci in ammollo il giorno prima. Consiglio di usare ceci già cotti in precedenza (al dente), altrimenti si allunga troppo il tempo di cottura della Shorba. Vanno bene anche i ceci in scatola.
  2. In una casseruola, nell'olio caldo soffriggere la cipolla tritata sottilissima.
    Aggiungere i pezzetti di agnello, poi ½ cucchiaino di menta e un po' di prezzemolo e, se gradite il sapore mediorientale, un pizzico di cumino.
  3. Quando la carne sarà dorata unire il pomodoro tagliato a piccoli cubetti; mischiare il tutto e aggiungere il cucchiaino di spezie Hararat. Lasciar asciugare  il pomodoro.
  4. A questo punto incorporare l'acqua bollente, il concentrato di pomodoro e i ceci (già cotti). Portare a bollore, salare e lasciar restringere il brodo, se usate i ceci in scatola aspettate un po' ad aggiungerli per evitare che si disfino durante il bollore.
  5. Dopo 20/30 minuti porre nella zuppa la pastina; una volta cotta, spegnere e aggiungere ancora un po' di menta e prezzemolo fresco a piacere.
  6. Versare nei piatti: a questo punto ognuno schiaccerà uno spicchio di limone nella propria zuppa, questo conferirà alla preparazione quel gusto particolare che caratterizza la Shorba libica.
    Si può sostitute l'agnello con pollo o manzo.


Sebbene io l'abbia mangiato in tutte le stagioni, questo è un piatto che si adatta molto a questo periodo freddo e umido, anche il sapore speziato ma non troppo aiuterà a riscaldarci di più.
E sebbene sia fuori tempo massimo, sebbene sia solita centellinare i miei post, non sarò parsimoniosa invece con gli Auguri, questo è il mio primo post dell'anno sul blog, mi trovate più spesso sulla pagina Facebook e su Twitter.
Vi auguro che il 2014 porti ciò che attendete e sperate...


Commenti

  1. C'è qualcosa che non mi torna... se c'è una cosa che ilmio lui continua a ripetermi fino all'esasperazione è che il cumino va sul pesce e MAI, dico mai, sulla carne.
    Suppongo che sia una legge solo sua a questo punto... Beduini!
    :-D

    RispondiElimina
  2. Può anche avere ragione lui invece... Il cumino è tosto come sapore, molto invadente e particolare, conosco persone che lo odiano, io stessa provo odio e amore a seconda dell'abbinamento e del mio umore gustativo del momento. Tra le varie ricette che ho trovato in rete e nei miei assaggi di "shorbe" locali a volte c'era, a volte no. Tutto sommato non lo ritengo indispensabile, mi piace molto anche senza, diversamente per me non è vera shorba senza il suo spruzzetto di limone....
    Ho visto la bellissima "novità"... ;) congratulazioni!

    RispondiElimina

Posta un commento

Il tuo parere è prezioso, puoi scriverlo qui:
Leave a comment:

Post più popolari